mercoledì 26 aprile 2017

Miss Charity ed il suo buffo coniglio



"Agli occhi degli altri, ero perfetta nel ruolo dell'originale,
peggio ancora, della donna artista. Io ero semplicemente
contenta di non buttare via il mio tempo."


Trama


Miss Charity Tiddler è una bambina stravagante. La sua è una famiglia inglese dell'ottocento; una famiglia benestante ma molto poco attenta ai bisogni della loro bambina.
Charity viene infatti relegata nella sua stanza, per la madre era quasi un fastidio averla attorno. Ed è così che Charity crea, al terzo piano di casa sua, un piccolo mondo. Un mondo fatto di esperimenti, studi e di animali.
Nella sua stanza ospiterà topi, ricci, uccellini, un corvo e diversi coniglietti. La sua strana tata Tabitha l'aiuterà ad accudirli anche se vorrebbe tanto vederli morti.  

A dieci anni entra nella biblioteca di famiglia e trova l'Amleto di Shakespeare, lo imparerà a memoria senza molte difficoltà. I suoi genitori decidono inoltre che è arrivato il momento di assegnarle una governante. 
Mlle Blanche Legros dovrà insegnare a Miss Charity il francese, le buone maniere e le arti della musica e del canto. Ma la piccola è poco interessata a diventare una perfetta donna di casa. Il suo mondo è fatto di altre cose. 

La governante capisce subito che Miss Charity ha bisogno di osservare e sperimentare e così le propone la pittura. Charity si impegnerà davvero molto in quest'arte e riuscirà a farla diventare il suo mezzo espressivo. 


"Avevo dunque vissuto diciassette anni in mezzo a ratti, conigli
e volatili per dover sopportare gli scimmiottamenti
umani il giorno del mio compleanno?"


Miss Charity ha anche una lingua molto tagliente ed è una ragazzina fuori dalle regole. La società vittoriana le sta molto stretta perché non le lascia la libertà di poter essere se stessa e di cimentarsi in attività considerate maschili.
La massima aspirazione di una donna doveva essere quella di servire il suo uomo.

Marie-Aude Murail, l'autrice, ci mostra Miss Charity nel passaggio dall'infanzia all'età adulta. Abbiamo quindi l'opportunità di vedere tutti i cambiamenti che la nostra protagonista farà negli anni. La vedremo diventare donna, una donna forte ed intelligente, sempre accompagnata da qualche animaletto.

[Puoi acquistare il libro qui]

Il mio parere


Ho trovato questo libro davvero divertente. Sin dall'inizio si coglie l'ironia con la quale l'autrice riesce ad ammonire la società vittoriana. Miss Charity è un personaggio ben caratterizzato che affronta in modo bizzarro una cultura che la vorrebbe ingabbiare.

"Leggevo e mi mettevo ad amare violentemente persone che non avevo mai visto, ad amarli come non avevo ancora
amato nessuno, e a volere la loro felicità
con tutte le mie forze."

Amante della letteratura, del teatro e della pittura; Miss Charity si troverà a suo agio con il cugino Peter e con Mr. Ashley Kenneth, entrambi saranno attratti dalla sua cultura e dalla sua forza d'animo.
Miss Charity è un libro di formazione, una storia corale ed è anche un libro che ci parla d'amore.
Nonostante i matrimoni combinati, nonostante l'assenza di amore filiale e nonostante le invidie; questo libro riesce a mostrarci che anche in una società cieca ed avara l'amore può regnare.


Peter il coniglio


La storia di Miss Charity è strettamente legata a quella di  Beatrix Potter la celebre illustratrice inglese "madre" di Peter il coniglio.



    
Questo romanzo è quindi una buona occasione per conoscerne la storia e per immergersi nel fantastico mondo della pittura e della vita inglese.   

0 commenti:

Posta un commento