Pages

venerdì 12 maggio 2017

I kill giants, e voi?


Titolo: I Kill Giants
Autore: Joe Kelly
Disegnatore: JM Ken Niimura
Genere: rito di passaggio eroico
Prezzo: brossura 15 €, ebook 6,99 €
Pagine: 200
Editore: Bao Publishing



"Tutto ciò che vive muore. E' per questo che devi trovare la gioia nel vivere, mentre il tempo è ancora tuo, e non aver paura della fine."





Protagonista di questa storia è Barbara Thorson. Barbara frequenta la quinta elementare ed è una ragazzina decisamente fuori dal comune. Avete notato le sue orecchie da coniglio? E il suo martello con incisa una runa? Lui è Coveleski, Coveleski il martello ammazza giganti.




Ebbene si, Barbara è un'ammazza giganti. Ma non provate a contraddirla, potrebbe infuriarsi sputandovi in mano.
Le ragazze della sua età iniziano ad interessarsi alle stars della musica pop e della tv; iniziano a truccarsi e a farsi belle. Ma per lei ci sono argomenti molto più interessanti di una messa in piega. A casa, sua sorella Karen si fa in quattro per mandare avanti la famiglia dopo che il padre li ha abbandonati.

Lei  gioca a Dungeons & Dragons con Dave, suo fratello, ed i suoi amici. Passa le giornate a sacrificare animali (già morti) per fare in modo che il suo martello funzioni quando verrà il momento di affrontare il gigante.

Ma di giganti ne affronta già molti durante le sue ore scolastiche. Le bulle della scuola la perseguitano per via della sua fissa per i giganti. Secondo loro è solo una svitata, una pazza che merita solo di essere punita.


E la solitudine? Non è anch'essa un gigante che ci opprime e che giorno dopo giorno cresce a dismisura? Per affrontarla un martello non basta. Per affrontarla abbiamo bisogno di orecchie che ci ascoltano e di mani che ci rassicurano. La psicologa della scuola è disposta ad ascoltarla, invece la mano tesa pronta ad aiutarla la troverà alla fine del braccio di Sophia. 

Ma aprirsi completamente a qualcun altro quando si è vissuti in solitudine non è facile, figuriamoci come deve essere difficile affrontare dei giganti.
E questi giganti, chi sono?


Il mio parere

Questa storia segna il passaggio di Barbara dall'infanzia all'adolescenza, il periodo in cui i mostri decidono di farci visita anche di giorno.
Ho trovato la storia molto ben strutturata, più andiamo avanti nella lettura e più ci immergiamo nel mondo della protagonista. La comprensione di ciò che l'affligge non è immediata.
Accettiamo Barbara per quello che è, una ragazzina diversa dalle altre che se ne frega del giudizio degli altri e che ama Legolas invece che una pop star (come darle torto?!?).
E' un personaggio forte, divertente e convincente. Cosa volete di più?

Dietro tutta questa corazza, dietro tutto questo bel caratterino si nasconde la vera natura di Barbara. E quando i sentimenti vengono fuori, la storia prende tutta un'altra piega. Scopriamo la tenerezza infinita e l'amore per la famiglia.
Chi ce lo dà il coraggio di uscire durante una tempesta ad affrontare un mostro, di cui conosciamo solo il nome, se non l'amore. L'amore per se stessi e per le persone a cui teniamo.


I Kill Giants merita un posticino nella vostra libreria, è un manuale di sopravvivenza da consultare quando il cielo tuona.


0 commenti:

Posta un commento